L’Associazione culturale Obiettivo Camera e Spazio Kryptos presentano Davide Cerati, con una ricerca espressiva e lessicale che sottolinea una messa a fuoco selettiva sul movimento e la forma.
In volontario richiamo dal credo di Robert Capa, con passo autonomo, oltre la rievocazione, l’autore invita verso un evidente ossimoro: Nitido. Completely out of focus.

Vernissage mercoledì 5 aprile, dalle 18.30
Dal 6 al 21 aprile 2017
Spazio Kryptos, via Panfilo Castaldi 26, Milano

OC-Sito-Home-Banner-Cerati-1500x1000

Oltre il proprio impegno professionale, svolto in sala di posa, Davide Cerati è un fotografo attento e partecipe anche alle considerazioni sull’espressività e il linguaggio. Da una parte, questa è solida base sulla quale edificare un mestiere svolto con potenza; per altro canto, è una condivisione attraverso la quale lui stesso riflette sulle proprietà esplicite e implicite della stessa fotografia.
Tra tanto altro che caratterizza la sua fotografia oltre la professione, competentemente svolta in quell’area incisiva che si è soliti definire “di ricerca individuale”, l’attuale indagine sul movimento e la forma, semplifichiamola così, è quantomeno esemplare: del suo percorso riflessivo e creativo, e -soprattutto- per il suo contributo al ragionamento fotografico, capace di approfondire oltre l’apparenza a tutti evidente.
In volontario richiamo dal credo di Robert Capa, ripreso anche nel suo diario della Seconda guerra mondiale, intitolato Leggermente fuori fuoco (Slightly out of focus; 1947), con passo autonomo, oltre la rievocazione, Davide Cerati invita verso un evidente ossimoro: Nitido. Completely out of focus. La sua ricerca espressiva si basa sulla sottolineatura di un fuoco fotografico diverso da quello standard, solitamente frequentato. In funzione al suo rilievo cercato di movimento e forma, realizza immagini concretamente poco nitide, sulla propria superficie, per individuare la messa a fuoco selettiva sul movimento e la forma: per l’appunto. È un’azione riflessiva, che si estende ad analoghe considerazioni dell’osservatore, che riceve fotografie che esprimono valori in approfondimento, oltre la semplice sembianza.
Il suo intento non è quello di realizzare fotografie poco nitide che inducano a pensare all’“arte”, alla maniera degli stopposi pittorialisti di fine Ottocento, ed epigoni successivi, ma -piuttosto- di perseguire la nitidezza di un piano differente da quello primario fisico e materico. Cioè: mettere a fuoco l’azione, il passaggio, la sequenza e il movimento che danno evidenza al ritmo temporale.
Maurizio Rebuzzini

Davide Cerati (Mariano Comense CO, 1961) è un professionista che agisce soprattutto in sala di posa: dall’arredamento alla moda, dal design al food, al ritratto.
Parallelamente all’attività commerciale, si dedica alla ricerca personale e artistica (recentemente ha esposto in Francia il suo progetto Anges e a New Delhi, in India, la selezione Faces E-motion) e all’insegnamento, svolgendo seminari e workshop per fotografi professionisti in Italia e in Europa.


EVENTO
Davide Cerati. NITIDO. COMPLETELY OUT OF FOCUS
a cura di Filippo Rebuzzini

QUANDO
Vernissage mercoledì 5 aprile, dalle 18.30
Dal 6 al 21 aprile 2017 | lunedì – venerdì, 15.30 – 19.00

DOVE
Spazio Kryptos, via Panfilo Castaldi 26, 20124 Milano
02 91705085 | 338 2733248
www.kryptosmateria.it | spazio@kryptosmateria.it

LINK
www.cerati.it

INFO & PRESS
www.obiettivocamera.it
ufficiostampa@obiettivocamera.it


SCARICA IL COMUNICATO STAMPA